Collegio dei Geometri e Geometri Laureati Avellino
Collegio Provinciale Geometri
e Geometri Laureati di
Avellino

Seguici su ...
Leggi & Normativa

Ricostruzione di rudere
16/11/2017 di Luciano Viscido

Importante sentenza della Corte di Cassazione fornisce una prima interpretazione in merito alla possibile ricostruzione di un rudere, alla luce delle novità normative introdotte dall'art. 30 del D.L. n. 69 del 21 giugno 2013, convertito con modificazioni dalla Legge 9 agosto 2013 n. 98.

Ebbene la sentenza n. 39475/2017 evidenzia che affinché sia applicabile l'art. 30 del D.L. 69/2013 (che ha modificato la definizione di ristrutturazione edilizia contenuta nell'art. 3 del D.P.R. n. 380/2001, nel senso che vengono assoggettati al regime semplificato della SCIA gli interventi di ripristino o di ricostruzione di edifici o parti di essi eventualmente crollati o demoliti) è necessaria l'esistenza degli elementi essenziali di un edificio (pareti, solai e tetto), o in alternativa l'accertamento della preesistente consistenza dell'immobile in base a riscontri documentali, alla verifica dimensionale del sito o altri elementi certi e verificabili, nonché il rispetto della sagoma preesistente nel caso lo stesso ricada in zona vincolata. La mancanza anche di uno solo di tali elementi non consente l'applicazione della citata disposizione normativa, con la conseguenza che l'intervento edilizio è da far ricadere nell'intervento di nuova costruzione assoggettato al regime di permesso di costruire. Per ulteriori dettagli consultare l'allegato edito da "Associazione Nazionale Donne Geometra".


Allegati:    255.07 KB - Approfondimento ricostruzione rudere

Indietro



Il Geometra irpino news

.: © 2000 - 2017 :.